Sunday, January 9, 2011

L'euforia dei primi anni...si consuma ma non si esaurisce...

E' una fredda notte newyorkese...ho voglia di aprire le tende e vedo che stasera non sono l'unica a voler vedere che succede fuori dalla mia finestra... nel building di fronte al mio, le luci dei flats sono accese...guardo giu' e stranamente, anche se e' domenica, la City e' in movimento...le luci di Bloomingdales sono ancora accese come durante le festivita' natalizie...

i cab gialli corrono veloci e di tanto in tanto si fermano per caricare a bordo qualcuno che in questa gelida nottata, non ha voglia di prendere la subway, per tornare a casa...


I primi anni a New York vivevo la City con un ritmo ed uno spirito diverso...fuori sette giorni su sette...non perdevo occasione per uscire, andare ai parties, cena fuori tutte le sere, vernissage, esibizioni, eventi pubblici e privati, non mi perdevo nulla...non volevo e non potevo perdermi neanche un pezzetto di questa magica e frenetica citta'...
New York ti risucchia all'interno di un sistema pazzo e coinvolgente che non ti lascia respiro...immaginate di trovarvi su un razzo che sta per spedirvi sulla luna: ADRENALINA A MILLE!

Ho reso l'idea no?

Ma pian pianino le cose cambiano...cominci a selezionare gli eventi...apprezzi qualche cena a casa...vai solo ai concerti esclusivi...ti concentri solo sui parties con gente al "top" e risparmi i tuoi momenti di relax per qualche cena o serata divertente tra pochi amici...

L'euforia dei primi anni si consuma ma non si esaurisce...si modifica in qualcosa di decisamente piu' interessante...vivi gli ambienti con un interesse diverso, piu' coinvolgente emotivamente e maggiormente eccitante...

In questo weekend, cari Newyorkers ho letto i vostri commenti...era tanto che non vi tenevo aggiornati sui miei spostamenti mondani ed ho notato in voi un'interesse che mi porta indietro nel tempo, a quegli anni in cui vivevo New York facendo le 5 ogni notte...torno a quelle sera in cui dovevo assolutamente seguire piu' cose possibili... altrimenti sarebbe stata una serata noiosa...
E' anche questo che fa la differenza fra chi vive la City solo per qualche mese e chi la vive per un periodo lungo...per anni...la scopri, l'apprezzi, prendi confidenza con New York e non ti fermi alle luci superficiali...vivi le notti newyorkesi con la consapevolezza che oltre quelle luci c'e' una vita meno frenetica ma altrettanto interessante...

Xoxo keep in touch Newyorkers...

Saturday, January 1, 2011

Happy New Year!!!

Da tempo non vi aggiornavo sulle mie avventure newyorkesi...nel 2010 siete stati davvero tanti a seguirmi e a tifare per me, il blog ha registrato un numero di presenze davvero incredibile ed anche durante la mia assenza, non avete abbandonato la lettura e mi avete seguita in numerosi, da parte mia non posso che dirvi grazie e stilare un bilancio dell'anno passato, con un sguardo forte al presente e al futuro che questo 2011 ci prospetta, ovviamente da condividere con voi...

Il 2010 e' stato un anno intenso, forte, entusiasmante, pieno di emozioni e di grandi soddisfazioni, non posso che essere contenta del mio anno passato...Ho trascorso la maggior parte del 2010 nella Grande Mela, ho realizzato lo Speciale a cui lavoravo da anni, tutti i lavori che ho seguito sono tutti andati a buon fine e certo le difficolta' non sono mancate...ma come sapete sono una tosta e non mollo facilmente...con lo stesso spirito affrontero' questo nuovo anno, questo 2011 che e' iniziato a New York in questa meravigliosa City che quotidianamente mi trasferisce un'energia strepitosa...

Ma come in ogni cosa bella non manca un velo di malinconia...per il mio Paese, l'Italia, per i miei amici, per i colleghi che non vivono tempi felici, sereni, penso a chi ha perso la voglia di arrivare alla realizzazione degli obiettivi, a chi a causa di una pesante crisi economica si e' dovuto accontentare di lavori secondari, mettendo da parte i propri sogni, penso a tutti quelli che hanno New York nel cuore...e per vari motivi, per quest'anno, hanno rinunciato al loro viaggio... Spero che loro e tanti altri italiani ritrovino il loro coraggio, la loro voglia di mettersi in gioco, spero che ognuno di voi riprenda in mano i propri sogni...spero che chi ha il vero talento e le potenzialita' per andare avanti...le usi per costruirsi la vita che ha sempre sognato...


Il 2011 e' iniziato con uno strano ritmo... e con una cornice particolare: New York, amici e risate. E' stato meno scintillante del solito, rispetto agli anni passati, ma vissuto con semplicita' e divertimento...era proprio quello che volevo, non cambierei proprio nulla di questo inizio d'anno...Il primo sguardo verso questo 2011 mi da l'idea di un anno impegnativo...sicuramente non sara' monotono, riesco a vederlo con un occhio positivo e con il sorriso sulle labbra...lo stesso sguardo e lo stesso sorriso che stamattina all'alba, mentre il taxi mi riportava a casa, quando il cielo si colorava di rosa, era sul mio viso con su scritto: benvenuto 2011, sono pronta per le nuove sfide!



Happy New Years Newyorkers! ;-)

Xoxo keep in touch...