Tuesday, November 2, 2010

Il mio...Speciale Tg1 "Oriana"

Oriana Fallaci e' sempre stata il "soldato del giornalismo", una donna forte con uno straordinario temperamento.
Quando ho iniziato questo mestiere, e di anni ne sono passati oltre quindici, avevo in mente una sola cosa: riuscire ad essere brava come Oriana.

Il mondo e' pieno di guerre e purtroppo abbiamo attraversato davvero tanti conflitti a fuoco, ed Oriana ci ha raccontato i piu' importanti. Ma lei e' andata oltre la guerra, oltre le divise, oltre le bombe...ha raccontato le persone, ha raccontato le vite dei giovani al fronte...ecco, era quello che sognavo di fare: volevo essere anch'io un'inviata di guerra! Ma dopo, col tempo, mi sono resa conto che non poteva esserci un'altra Oriana, perche' lei e' unica, non c'e' stata, in questi anni, una sola giornalista che abbia raccontato la guerra, cosi' come lo ha fatto lei.

Oriana Fallaci e' stata la numero uno e sempre lo sara'.

Questa piccola grande donna e' stata e continua ad essere il mio mito.
E' il suo giornalismo che amo, quello fatto di storie, quello raccontato con passione, quello pulito, quello realizzato senza troppi giri di parole, anche quando queste parole sono dirette e scomode.
In questi anni mi sono documentata molto, ho letto tutti i suoi libri, ho raccolto tutte le sue interviste, ho fatto ricerche su ricerche, interviste su interviste, non mi sono mai fermata a quella che era l'apparenza, volevo sapere tutto del profilo giornalistico di Oriana, ma ero anche curiosa di sapere come viveva questa grande donna. Lei non era soltanto "la giornalista" ma era anche una donna, una donna come tutte noi, con i suoi innamoramenti, con le sue passioni, con il suo lato sensibile, spesso anche molto forte...Una persona la conosceva bene, piu' di tutti, sua sorella Paola, l'ultima vera donna Fallaci. Paola e' stata fondamentale nelle mie ricerche, mi ha raccontato l'Oriana inedita, quel tassello speciale che mancava. Mi ha parlato come si fa con un'amica e mi ha raccontato del loro splendido rapporto tra sorelle, ma soprattutto, de l'Oriana donna, quella nascosta, quella che sapeva amare davvero. Sono soddisfatta, e' stata un'intervista unica e sono felice di essere riuscita a completare questa parte di lavoro che da anni sognavo di realizzare. Grazie Paola!
Grazie a tutte le persone conosciute e sconosciute che mi hanno scritto, grazie per le meravigliose parole che privatamente mi avete inviato, sia attraverso il blog, sia attraverso altri canali. Ho letto con attenzione le centinaia di lettere che mi avete mandato e le vostre sono state davvero parole speciali... Ho fatto questo lavoro, oltre che con professionalita', anche con passione e sono contenta di essere riuscita ad attraversare lo schermo e trasmettervi la tenerezza di Paola e la femminilita' di Oriana. Grazie di cuore!!!

Vi lascio allo Speciale Tg1, che potete vedere andando sul link che trovate di seguito o in basso a destra tra gli articoli o sul sito della Rai, cercando lo Speciale Tg1 del 25 ottobre 2010.



http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-38c2d182-ee2b-4345-93a8-b68191d89104.html#p=0

DEDICATO A ORIANA FALLACI, 1929-2006

(Reportage di Mary Giuffre', Speciale Tg1 diretto da Augusto Minzolini e condotto da Monica Maggioni, montaggio di Fabio Paciucci e Michele Petruzziello (per l'intervista a Charlie Rose) il montaggio e' stato realizzato nella sede di Rai Corporation a New York che ringrazio per il prezioso supporto).

Un ringraziamento speciale va anche a Micky e a coloro che mi sono stati vicini.

No comments:

Post a Comment